giovedì 4 aprile 2013

Edificio 17A - Unico credo






Disegno di Filippo Messina


- Buonasera fratelli.
Suona falso, questo saluto. Lui vestito tutto di nero. Occhiali da sole scuri. Pelato.
Qualsiasi cosa dica suona ipocrita. Non è un prete. Non è venuto a convertire. Porta sostegno morale ai malati. Il suo sostegno morale ai malati è recitare il rosario nel corridoio. Dopo che sono stati cacciati via parenti e amici dei ricoverati. Lui attacca con la sua voce impostata... ghegheghè. Sgrana le sue avemaria con la stessa dose di noia che ci porta a scaccolarci. Alcuni si affacciano alla porta della stanza e partecipano alla preghiera. Gli altri devono subire.
Non voglio giudicare il credo, ma l'invasione e la mancanza di rispetto per gli altri.
Alla fine. Ha anche la canzoncina dedicata alla Madonna.
Il suo «Buonasera fratelli,» prima di andarsene sembra pronunciato da uno jettatore di professione.


1 commento:

ummagumma ha detto...

e quel sentirsi privilegiati perchè loro hanno la fede e portano la loro benedizione anche a coloro che non affidano ad una entità suprema il loro attaccamento alla vita che si chiama coraggio, e la speranza non è altro, per chi non si aggrappa al facile gancio divino, che una fiducia estrema nella capacità nelle nostre risorse residue: la nostra psiche, il nostro non arrenderci.
Ringrazia che non ti abbia asperso con l'acqua benedetta :)
imporre un inutile mantra o cantilena vuota e ripetitiva a chi non crede, penso che sia in non plus ultra delle noie.
tieni duro! :)